Archivio per la categoria ‘24 ITALIA’

ITALIA

Pubblicato: 25 gennaio 2013 in 24 ITALIA

20 Dicembre 2012

Sopra l’aereo incontriamo tanti ragazzi italiani che tornano per le vacanze…i famosi “cervelli in fuga”. Facciamo amicizia con un ragazzo simpaticissimo che ci offre un passaggio fino al B&B del nostro amico. Suoniamo al Bed and Breakfast e…….Luigi non capisce nulla…ride ma non ci crede o meglio crede di avere delle allucinazioni….alcuni minuti per realizzare e…..steso sul letto della nostra camera…cerca di capire cosa stiamo facendo a Pescara!!! E poi dobbiamo tener fede alla promessa fatta a Matteo, la prima cosa che avremmo fatto mettendo piede a Pescara….una bicicletta (campari e vino) nella sua cantina Don Gennaro e per cena ovviamente affondiamo i nostri denti su una pizza napoletana! Che bello tornare in Italia!!!

27 don gennaro pescara

21 Dicembre 2012

Oggi è il gran giorno….se non muore nessuno di infarto…sarà una gran bella giornata! La prima vittima è la nonna Iolanda, la nonna di Simone. “Nonna, sono Simone…non ti sentire male…aprici!” Iolanda sportivamente ci apre la porta e ci dice “Io me lo sentivo!” Ci prendiamo un caffè tra coccole e sorrisi e partiamo verso la seconda vittima…Umberto, il papà di Simone. La vittima inconsapevole è in ufficio, andiamo e suoniamo…la porta è a vetro così Umberto ci fissa  rimane immobile. Ecco, sta per svenire…oddio….è ancora fermo e ci fissa. Prende piede un suo collega che ci apre e ci fa entrare…rischio infarto scampato, si riprende e ci abbraccia! Da lì ci facciamo prestare la macchina e ci spostiamo da Pescara a Montesilvano…andiamo dalla mamma e dal fratello di Simone. Qui rischiamo alla grande…ma tutto bene. Effetivamente comparire all’improvviso, mentre tutti credono che siamo sulla nave per il Venezuela, è abbastanza da affetto infarto! Non ci rimane che salutare la sorella di Simone, Sara, che è tranquillamente in casa e che salta letteralmente tra le braccia di Simone con qualche lacrima di felicità. Poi tocca ai nipotini e la loro mamma Monica. Ci dirigiamo verso Penne, ultima tappa dove ci aspeta la famiglia di Lisa e casa nostra! Arriviamo e la reazione è sempre la stessa…la mamma di Lisa si affaccia al balcone e…rimane lì cercando di capire il confine tra desiderio e realtà. Poi tutto finisce in baci e abbracci…ma la vincitrice della reazione più sportiva se la giudica la nonna di Lisa che alla nostra vista ci dice “ma che caz.., già siete tornati!” ovviamente in dialetto. In tarda serata sorpresone ai nipotini di Lisa e famiglia e per cena tutti a casa nostra…ovviamente noi non cuciniamo…portano tutto le mamme che si sbizzarriscono senza dimenticare lo spumante per il brindisi e l’organetto per un po’ di musica! Che festa e che calore. Si può viaggiare una vita ma viaggiando una vita nulla ti compensa la felicità di stare vicino alle persone che ami!!! …sono le 24 e dopo 16 mesi siamo soli nella nostra casa…ci mettiamo a letto ci diamo la buonanotte…e chissà domani la vita quante emozioni ancora ci regalerà!!!

28 scale di casa